Indicazioni operative riguardanti l'obbligo delle vaccinazioni per i minori da 0 a 16 anni

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

Prot. 6159/C9    del 29/08/2017                                                                              

 ALLE FAMIGLIE DEGLI ALUNNI

AI DOCENTI

AL DSGA

Al Personale ATA

Al SITO WEB

S E D E

OGGETTO: INDICAZIONI OPERATIVE RIGUARDANTI L’OBBLIGO DELLE VACCINAZIONI PER I MINORI DA 0 A 16 ANNI.

Il D.L. 73 del 7/6/17 convertito nella legge 119/2017 ha introdotto l’obbligo di vaccinazione per i minori da 0 a 16 anni, affidando compiti di vigilanza, controllo e segnalazione alle istituzioni scolastiche.

Per gli alunni della scuola primaria e secondaria, 7 – 16 anni, l’obbligo vaccinale non costituisce requisito di accesso, ma ai genitori sono applicate sanzioni pecuniarie seguite, eventualmente, dalla segnalazione al Tribunale dei minori.

I genitori e/o i tutori degli alunni iscritti e/o i soggetti affidatari dei minori iscritti in questa istituzione scolastica

1- Al primo anno; 2- di età compresa fino ai 16 anni, ovvero 16 anni e 364 giorni al 10 settembre 2017, anche di classi successive alla prima, dovranno presentare entro e non oltre il 31 ottobre 2017 la documentazione attestante una delle seguenti condizioni:

  • l’avvenuta vaccinazione;
  • l’esonero (per chi si è immunizzato naturalmente);
  • l’omissione o il differimento (per chi si trova in particolari condizioni cliniche)
  • la presentazione della richiesta di vaccinazione all’azienda sanitaria locale territorialmente competente da effettuarsi entro la fine dell’anno scolastico.

La documentazione può essere sostituita da una dichiarazione resa ai sensi del DPR n.445/2000 presentata entro il 31 Ottobre 2017 (all. 1). La documentazione completa, comprovante l’avvenuta vaccinazione, deve essere presentata entro il 10 marzo 2018.

Si informa che il Dirigente Scolastico, qualora i genitori non presentino la documentazione o l’autocertificazione entro i termini previsti, è tenuto a segnalare il caso all’Azienda Sanitaria Locale.

La segnalazione va fatta entro i 10 giorni successivi al predetto termine.

SANZIONI

L’ASL, ricevuta la segnalazione da parte della scuola qualora non si sia già attivata, indica ai genitori inadempienti il termine entro cui devono provvedere alle vaccinazioni. Se i genitori non rispettano quanto previsto dall’ASL vanno incontro a una sanzione pecuniaria (irrogata dalle stesse aziende sanitarie) cha va da un minimo di 100 euro a un massimo 500, proporzionale alla gravità dell’inadempimento.

1. Adempimenti vaccinali per l’iscrizione alle istituzioni del sistema nazionale di istruzione.

( sintesi normativa)

Vaccinazioni obbligatorie per minori di età compresa tra 0 e 16 anni.

La legge dispone che dieci vaccinazioni siano obbligatorie per i minori di età compresa tra zero e sedici anni:

Antipoliomielite, antidifterica, antitetanica, antiepatite b, antipertosse, anti . haemophilus, influenzae di tipo b, antimorbillo, antirosolia, antiparotite e antivaricella.

Per assicurare una corretta immunizzazione e il mantenimento della protezione indotta dalla vaccinazione nel tempo, l’obbligo riguarda anche i richiami vaccinali. Le vaccinazioni per le quali è introdotto l’obbligo sono gratuite in quanto già incluse nei Livelli essenziali di Assistenza.

Quattro vaccinazioni sono raccomandate e gratuite (per i nati dal 2012 al 2016, tutte gratuite per i nati nel 2017):

- Antimeningococcica B

- Antimeningococcica C

- Anti pneumococcica

- Anti rotavirus

Le ASL dovranno garantire un accesso semplice e diretto dell’attestazione di avvenuta prenotazione della vaccinazione, fornendola in modalità cartacea o elettronica. Nel caso di effettuata vaccinazione, per agevolare i genitori e dare loro il tempo necessario a reperire il libretto vaccinale, quest’ultimo può essere sostituito da autocertificazione. (allegato 1)

2. Immunizzazione a seguito di malattia naturale. Omissione e differimento.

Il minore è esonerato dall’obbligo di vaccinazione in caso di immunizzazione a seguito di malattia naturale, che potrà essere comprovata in due diversi modi, tra loro alternativi:

a) presentando i risultati di un test diagnostico, corredato dall'attestazione del medico di medicina generale o del pediatra di libera scelta che attestino che i risultati del test di laboratorio sono indicativi di pregressa malattia;

b) presentando copia della relativa notifica di malattia infettiva effettuata all’ ASL dal sanitario che ha diagnosticato il caso;

c) nel caso di malattie di meningococco B o C, la vaccinazione del soggetto è, comunque, indicata alla dimissione del caso e, quindi, è obbligatoria anche per chi abbia già avuto la malattia.

La vaccinazione antitetanica è obbligatoria anche per pregressa malattia naturale in quanto l’avere contratto il tetano, non garantisce immunità permanente.

Le vaccinazioni obbligatorie possono essere omesse o differite, ove sussista un accertato pericolo per la salute dell'individuo, in presenza di specifiche condizioni cliniche attestate dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta, sulla base di idonea documentazione, senza oneri a carico dei richiedenti.

In conclusione, la documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni ovvero l’esonero, l’omissione o il differimento della stessa o la prenotazione di appuntamento per l’effettuazione della vaccinazione presso la ASL territorialmente competente, dovrà essere presentata, alla scuola, entro il 31 ottobre 2017.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof.ssa Iolanda Giovidelli

(Firma autografa omessa ai sensi
dell’art. 3 del D. Lgs. n. 39/1993)

In allegato:

  1. Dichiarazione sostitutiva presente anche nella sezione modulistica
  2. Nota Miur del giorno 01/09/2017

 

Allegati

Contatti